Navigazione veloce
Istituto Comprensivo di Cesiomaggiore BL > Istituto > Scuole > Scuola secondaria di primo grado “Dante Alighieri” – Cesiomaggiore

Scuola secondaria di primo grado “Dante Alighieri” – Cesiomaggiore

Last updated: luglio 15, 2019 at 19:04 pm

Via Grei, 7 – 32032 Cesiomaggiore (BL)

Telefono: o439 43004

Orario classi tempo ordinario: da lunedì a sabato, dalle 8.05 alle 13.05.

Orario classi tempo prolungato:da lunedì a sabato, dalle 8.05 alle 13.05;

lunedì e mercoledì, dalle 14.05 alle 16.05, servizio mensa e rientro pomeridiano.

Per il giorno 11.09.2019 (mercoledì) si realizza il progetto accoglienza. Le lezioni si svolgeranno nel solo orario antimeridiano dalle ore 8.05 alle ore 13.05 senza il servizio mensa anche per tutte le classi funzionanti a tempo prolungato.

 

Progetto “Orto al Museo” (video di Telebelluno)

Scarica la presentazione PPT della scuola 2018-19 (file.PDF 3,62 MB)

Scarica il depliant di presentazione della scuola secondaria 2018-2019 (file.PDF 408 KB)

La nostra scuola

L’edificio, costruito negli anni Sessanta con l’istituzione della Scuola Media unificata, si trova nel capoluogo , di fronte alla scuola primaria ed è sede dell’ ufficio di presidenza e della segreteria dell’Istituto Comprensivo. E’ intitolato a Dante Alighieri e presenta all’entrata un grande graffito dell’artista russo Gleb Vjatkin e sulla facciata sud una meridiana dipinta dal pittore Vico Calabrò e allievi. Dispone di sette aule, di un’aula informatica, di spazi più ridotti per il lavoro di piccoli gruppi, di un’aula polivalente (musica, scienze, arte) .E’ affiancato da una palestra usata dagli alunni della scuola secondaria di1° grado e della primaria oltre che da numerose associazioni sportive locali. Dispone di un locale mensa per gli studenti del tempo prolungato ed è circondato da un ampio cortile. Nelle vicinanze si trova un’area verde utilizzata spesso nella bella stagione per le attività sportive. La scuola è frequentata dagli alunni del comune di Cesiomaggiore, da alcuni alunni di San Gregorio e da alunni provenienti da zone limitrofe. Gli studenti usufruiscono del servizio di scuolabus comunale e del servizio di corriere di linea della società Dolomitibus.

 

Organizzazione didattica e metodologia

Gli insegnanti della scuola secondaria di 1° grado di Cesiomaggiore per perseguire le finalità proprie di questo ordine di scuola hanno elaborato una programmazione educativa e didattica articolata nei seguenti obiettivi e metodi:

Obiettivi educativi

  •  capacità di corretta relazione con le persone
  •  capacità di collaborare con compagni ed insegnanti anche nei lavori di gruppo
  • capacità di collaborare con i più deboli
  •  capacità di relazionarsi positivamente anche con persone diversamente abili e di culture diverse
  •  capacità di rispettare le cose proprie e altrui
  • capacità di autocontrollo
  •  capacità di partecipazione attiva alle lezioni e alle attività varie
  •  capacità di attenzione e concentrazione
  •  acquisizione di regolarità nell’impegno
  •  acquisizione di maggiore autonomia e fiducia in se stessi
  •  acquisizione graduale della consapevolezza di sé al fine dell’auto-orientamento
  •  sviluppare ed approfondire la conoscenza del proprio corpo per giungere ad un più corretto rapporto con se stessi e con gli altri
  •  capacità di esprimere le proprie opinioni
  •  capacità di analisi, valutazione, critica ed autocritica
  •  acquisizione del senso di responsabilità
  • acquisire la coscienza degli stereotipi sociali e comportamentali nel tentativo di sviluppare maggiore autonomia e senso critico
  •  sviluppare la conoscenza dell’ambiente sociale e naturale per favorire il coinvolgimento nella salvaguardia dell’ambiente.

Obiettivi didattici generali

  •  saper organizzare tempi e materiali
  •  comprendere i diversi messaggi
  •  produrre lavori puntuali, ordinati, corretti e adeguati alle consegne
  •  acquisire i contenuti fondamentali delle discipline
  •  sviluppare la capacità di esposizione adeguata alle situazioni comunicative, con l’utilizzo di linguaggi specifici
  •  sviluppare la capacità di comunicazione attraverso i linguaggi non verbali
  •  sapersi porre interrogativi sugli argomenti affrontati
  •  acquisire un valido metodo di studio, stabilendo fasi, criteri, procedure
  •  acquisire la capacità di collegamento di informazioni relative a discipline diverse

Metodi

In base ai contenuti e in relazione alle esigenze didattiche della classe, il metodo di lavoro prevedrà:

A.   per favorire la socializzazione

  •  lavori di gruppo (apprendimento cooperativo) anche per classi aperte;
  •  valorizzazione di ciascuno in base alle proprie peculiarità;
  •  partecipazione a concorsi, visite d’istruzione, ecc.;
  •  riflessioni periodiche sulle norme di comportamento;
  •  situazioni di dialogo e confronto tra alunno-alunno e alunni-insegnanti

B.   per favorire la maturazione e la conoscenza di sé:

  •  lavori di gruppo:
  •  valorizzazione di ciascuno in base alle proprie peculiarità;
  •  dialogo con ciascun allievo circa gli obiettivi e gli esiti del processo educativo e didattico;
  •  sviluppo dell’autonomia e della capacità di autovalutazione;

C.   per favorire l’apprendimento:

  •  definizione e preventiva comunicazione degli obiettivi da conseguire attraverso lo sviluppo di ciascuna attività didattica;
  •  interventi di recupero in piccoli gruppi, di sostegno e di potenziamento in base alle esigenze degli alunni;
  •  attività di laboratorio;
  •  prevalenza della lezione interattiva e coinvolgente;
  •  redazione di carte geografiche, disegni, grafici, modelli, composizioni artistiche, ecc.;
  •  richiesta di definizioni concettuali brevi e chiare, e di produzioni di sintesi, schemi e appunti per meglio fissare ed organizzare il lavoro;
  •  osservazioni dal vero, brevi escursioni, visite guidate;
  •  realizzazione di semplici relazioni;
  •  uso di  LIM, computer, visione di filmati e di video didattici;
  •  correzione individuale e/o collettiva delle diverse prove;
  •  utilizzo di semplici esperienze scientifiche.

Per realizzare compiutamente quanto previsto la scuola offre, su richiesta delle famiglie, il modello organizzativo del tempo normale e prolungato.

L’orario settimanale prevede pertanto due opzioni:

  • 30 ore di lezione su materie curricolari per il tempo normale;
  • 36 ore per il tempo prolungato, così suddivise: 30 ore di lezione su materie curricolari, 4 ore di laboratori e progetti, 2 ore di tempo mensa.

 

Utilizzo delle ore per il tempo prolungato

È cura dei docenti articolare le ore previste nel Tempo Prolungato tenendo conto delle necessità formative e delle risorse disponibili.
Le attività saranno svolte secondo i metodi didattici più consoni ai contenuti e al processo di apprendimento degli allievi interessati. Saranno realizzati,ove possibile, laboratori che utilizzino il “fare” concreto e mentale per sviluppare il pensiero e che motivino ciascun allievo a utilizzare le proprie possibilità il proprio stile cognitivo sperimentando successi formativi legati alle proprie conquiste. Potranno essere utilizzate lezioni frontali, laboratori, attività di ricerca…

I laboratori del tempo prolungato

Le attività proposte sono le seguenti:

  •  Laboratorio di botanica
  •  Orto didattico al museo
  •  Potenziamento di matematica
  • Laboratorio sul metodo di studio e preparazione agli esami
  • Laboratorio “Facciamo il punto su…” – progetto interdisciplinare di Orientamento

 La valutazione

La valutazione avrà per oggetto il processo di apprendimento, il comportamento e il rendimento scolastico complessivo degli alunni. Particolarmente importante sarà la sua finalità formativa, favorendo negli alunni la capacità di autovalutazione, per farli divenire più consapevoli del proprio modo di lavorare e dei risultati ottenuti.

Nella valutazione periodica e finale i voti saranno numerici (espressi in decimi), mentre nei documenti saranno riportati anche in lettere. Il Collegio docenti dell’Istituto Comprensivo ha definito lo strumento di una griglia di valutazione, come riferimento guida, in cui al voto numerico corrisponde il grado di raggiungimento, da parte degli alunni, degli obiettivi programmati. La valutazione del comportamento terrà conto di quanto previsto dal regolamento d’Istituto, dal Patto educativo di corresponsabilità e sarà parte integrante della valutazione

 Rapporti con le famiglie

All’inizio dell’anno i docenti presenteranno ai genitori, in particolare degli alunni delle classi prime, l’organizzazione scolastica, le attività programmate e la struttura della scuola, favorendo la collaborazione e il dialogo, importanti in un progetto educativo comune. Alle famiglie sarà consegnato il Regolamento d’istituto e sarà richiesto di sottoscrivere il ” Patto di corresponsabilità tra scuola e famiglia”.
Per promuovere l’accoglienza e una serena partecipazione tale incontro potrà avere anche momenti informali.
Saranno valorizzati i rapporti con le famiglie, che si attueranno nel corso dei colloqui generali tra genitori e insegnanti.
I docenti saranno inoltre disponibili ad incontrare i genitori per qualsiasi comunicazione nell’ora di ricevimento settimanale, previo avviso, o in altro orario da concordare.
Il diario personale sarà utilizzato come canale immediato di comunicazione scuola-famiglia nel quale verranno annotate settimanalmente le valutazioni delle varie discipline e le eventuali osservazioni di carattere disciplinare e didattico degli insegnanti.

 Progetti a.s. 2018-2019

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi